foto 1

TROFEO DELLE SOCIETA’ 05.04.2014

Carissimi,

 

E’ finita! Sabato 5 aprile 2014 a Passo San Pellegrino si è tenuta la finale del Trofeo delle Società 2014. Il nostro Sci Club si è classificato 13 su 37 società partecipanti.

 

Direi che si tratta di un buon risultato per due ottimi motivi. Innanzi tutto l’organizzazione della squadra è avvenuta  in tempi molto ristretti e, quindi, la formazione era ben lungi dall’essere completa; l’anno prossimo programmeremo tutto in anticipo e confido che le cose andranno meglio, almeno sotto questo profilo. In secondo luogo, e soprattutto, lo spirito con il quale abbiamo partecipato alle gare è sempre stato quello di un gruppo di amici che si allenano insieme durante l’anno e alla fine della stagione coronano il loro allenamento e cementano la loro amicizia facendo la gara. Sulla base di questa idea abbiamo fatto la squadra privilegiando coloro che durante la stagione si sono allenati sempre, o comunque spesso, e magari escludendo altri più forti, ma meno presenti. Altri sci club hanno invece fatto una (legittima) scelta diversa e si sono presentati con in squadra ex atleti di coppa europa, se non addirittura di coppa del mondo, e con tutti gli allenatori schierati. Ritengo tuttavia che la nostra sia stata una scelta corretta anche perché il Trofeo delle Società, per quanto manifestazione nota a livello mondiale e direi addirittura interplanetario, è pur sempre una gara dilettantistica. Quindi, per quanto mi consta, questo criterio di selezione rimarrà valido anche per l’anno prossimo. La conseguenza è che secondo me sarà molto difficile, anche in futuro, arrivare sul podio di questo Trofeo o addirittura vincerlo, anche se, certamente, possiamo fare molto meglio di quanto fatto quest’anno.

 

In particolare segnalo che, malgrado la presenza di numerosi e conclamati pipponi, tra i quali ovviamente mi annovero con orgoglio anche io, i Master A e i Giovani/Seniores, hanno ottenuto il quarto punteggio assoluto (vedi Classifica allegata) e, pertanto, se l’anno prossimo riusciremo ad avere qualche Master B e qualche donna Master in più, non mi sembra impossibile arrivare più in alto.

 

Detto questo la giornata è stata veramente splendida e divertente e, per questo, ringrazio tutti quelli che hanno partecipato alla gara e quelli che ci hanno supportato da vicino e da lontano. In particolare vorrei ancora una volta ringraziare il consigliere Necchio, che pur non potendo partecipare alla gara, si è svegliato alle 5 del mattino e ci ha accompagnato a Passo San Pellegrino, i genitori del nostro presidente, Lidia e Lorenzo, che dal lontano Friuli Venezia Giulia sono venuti in soccorso del loro bimbo in difficoltà (come si dice a Tarvisio: “i figli so’ piezz’ e core!”) e hanno ottimamente figurato (Lidia è stata l’unica atleta del Drusciè a salire sul podio) e il nostro mitico allenatore Luca Lacedelli, il cui volto stravolto dalla fatica al termine della gara rimarrà un ricordo indelebile nel nostro animo. Per farvi comprendere solo parzialmente di cosa parlo (sembrava avesse trainato un camion carico di mattoni per 15 km), vi allego una foto scattata circa 20 minuti dopo la fine della gara di Luca e vi invito a soffermarvi sulla smorfia di fatica che ancora adombra il suo volto. Infine un ultimo ricordo ai quattro gatti di San Vito, (dei quali allego foto di repertorio) senza i quali questa avventura non sarebbe stata possibile (peraltro vi informo che è stata commissionata ad un noto scultore ampezzano una statua in bronzo a grandezza naturale dei gatti che verrà posizionata davanti alla sede dello sci club)

 

Grazie a tutti

Paolo Carbone